5 Plugin gratis indispensabili per Wordpress nel 2024

Sei alle prime armi con WordPress e hai sentito parlare di plugin, ma non hai idea di cosa siano? Nessun problema. In questo articolo troverai una breve guida per capire cos’è un plugin, come funziona e quale serve di più per ottimizzare il tuo sito.

Cosa sono i plugin di WordPress?

Un plugin è una piccola porzione di codice che, interagendo con il sito, aggiunge o estende le sue funzionalità in WordPress.

Per capire quali sono i plugin più adatti al tuo sito è necessario identificare il tuo obiettivo. Se hai un obiettivo di vendita, sarà sicuramente necessario un plugin per e-commerce. Se invece hai solo bisogno di collezionare contatti (lead) te ne serviranno diversi, a seconda dei casi.

In questo articolo parleremo principalmente di quelli base, utili a tutti i siti.

1. Yoast SEO

Il primo plugin assolutamente importante per il posizionamento del sito su Google è Yoast SEO. Si tratta di un’estensione molto semplice da configurare che, passo dopo passo, ti aiuta ad ottimizzare la SEO del sito.

Inserisci parole chiave, titoli SEO e meta descrizioni che ti aiutano a posizionarti sui motori di ricerca e Yoast ne valuterà l’efficacia. Se avete fatto un ottimo lavoro, il semaforo dei punteggi SEO diventerà verde. Diversamente sarà giallo per un punteggio facilmente migliorabile, e rosso se è tutto sbagliato.

2. Monster insight

Una volta sistemata la SEO è importante misurare i risultati del nostro sito. Monster Insight è il plugin perfetto per la misurazione dei dati. Si tratta di una dashboard di Google Analytics inserita in WordPress per semplificare la lettura delle statistiche.

Il plugin permette di attivare tutte le funzionalità di monitoraggio avanzato di Google Analytics  e mostra report visualizzabili direttamente da WordPress. In questo modo potrai capire esattamente cosa funziona e cosa non funziona nel tuo sito e poi intervenire per migliorarlo.

I report più importanti che riceverai sono:

  • Report sul pubblico
  • Report sul comportamento
  • Report sui contenuti
  • Report sull’e-commerce
  • Report sui moduli
  • Report su Search Console
  • Report della Landing Page
  • Report funnel

Insomma, c’è davvero di tutto.

3. Contact Form 7

Una volta ottimizzato il sito, è sempre importante inserire un modulo contatti per collezionare leads. Tramite il plugin Contact Form 7 puoi gestire più di un modulo contatto e personalizzarlo in modo semplice.  

L’unica cosa da tenere a mente per questo plugin è la gestione dei dati. La configurazione predefinita non raccoglie dati, non traccia gli utenti e non utilizza i cookie. Tuttavia, se si attivano alcune funzionalità, potrebbe utilizzare i dati raccolti. È utile quindi confermare la politica privacy del fornitore.

4. Complianz

A proposito di dati e cookie, un plugin utilissimo è Complianz. Grazie a questo plugin puoi adattare il tuo sito al regolamento attuale in materia di protezione dati (GDPR).

Puoi configurare i cookie del tuo sito, dare la possibilità all’utente di bloccare i cookie di terze parti, inserire una notifica sui cookie e anonimizzare i dati personali, se necessario. Ovviamente, puoi modificare tutto in qualsiasi momento.

5. Joinchat

Infine, se vuoi un contatto diretto con i visitatori del tuo sito, puoi invitarli a scriverti direttamente su whatsapp business. Joinchat, infatti, è un plugin che permette di inserire un pulsante mobile sul tuo sito per farti contattare.

Una volta inserito il tuo numero whatsapp o whatsapp business, puoi collegarlo al pulsante che permetterà all’utente di aprire direttamente l’app da cellulare, e all’app web da desktop. Puoi anche personalizzare la tua immagine profilo, il logo e inserire una call to action.

Come si installa un plugin su WordPress?

Ora che sai cosa sono i plugin e quali sono quelli più importanti, capiamo insieme come installarli su WordPress.

In realtà è molto semplice e veloce. Basta cliccare su “plugin” nel menù a sinistra di WordPress e selezionare “aggiungi plugin”. A questo punto si aprirà una scheda con tutti i plugin di WordPress e, una volta individuato il tuo, basterà scegliere l’opzione “Installa”. Infine selezionare il pulsante “Attiva”.

Un’alternativa è scaricare il file ZIP del plugin direttamente dal sito del produttore e installarlo manualmente su WordPress con lo stesso procedimento di prima.

Web design professionale

Ora hai abbastanza conoscenze sui plugin e su come inserirli sul tuo sito, ma potresti ancora non sapere come strutturarlo al meglio. Se hai bisogno di supporto nella creazione dei tuoi siti web, il team di Likeyou è pronto ad aiutarti per far crescere il tuo business. Contattaci per maggiori informazioni sui nostri servizi.

P.IVA 03922041201 - R.E.A. 556207
Cap. Soc. € 10.000 i.v.
SDI: 5RUO82D
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram